Progetto Coding: da scuola a scuola

Attori coinvolti

- Scuole superiori (studenti e docenti)
- Scuole primarie (studenti e docenti)
- Ateneo/DIA

Obiettivi

Scuole superiori (studenti e docenti):
- Assolvere all’obbligo legato alle ore di alternanza scuola/lavoro
- Allargare l’offerta formativa
Scuole primarie (studenti e docenti):
- Allargare l’offerta formativa
Ateneo/dipartimento:
- Orientare in ingresso a breve e lungo termine
- Divulgare (“terza missione dell’universita’”)
Più in generale: diffondere il pensiero computazionale (vedi http://www.programmailfuturo.it/perche/perche-partecipare.

Azioni

Si propone un’azione, comune ai tre attori, che si sviluppa in due fasi.
- In una prima fase, gli studenti delle scuole superiori frequentano un brevissimo corso (~3--5 ore) in Ateneo/DIA volto a fornire una preparazione di base sui principi del pensiero computazionale e sull’opportunità di rendere lo stesso parte del bagaglio culturale degli studenti fin dalle scuole primarie.
- In una seconda fase, gli studenti delle scuole superiori diventano “docenti/assistenti”, presso le scuole primarie, di corsi di pensiero computazionale: tale fase potrebbe durare per tutto l’anno scolastico, concentrandosi in più uscite secondo quanto piu’ opportuno per i due attori coinvolti e al fine di raggiungere, per gli studenti, il monte ore di tirocinio previsto. Nella seconda fase il DIA ha solo un ruolo di supervisione, interagendo, su richiesta, con gli studenti superiori o con il personale docente delle scuole primarie.
Più nel dettaglio, il corso erogato dagli studenti segue la linea di quanto già previsto dall’iniziativa Programma il futuro (http://www.programmailfuturo.it/perche/perche-partecipare.), che fornisce anche il materiale didattico adatto a varie situazioni (con/senza calcolatori) e destinatari (1a--2a elementare, 3a--5a elementare, ecc.). Eventualmente, si puo’ rendere più formale l’iniziativa attivando le opportune convenzioni tra istituzioni (Atenei, provveditorati, Miur, Cini).

Per ulteriori informazioni contattare il prof. Eric Medvet, emedvet@units.it