Applicazioni informatiche

Il settore ICT in generale e l’informatica in particolare sono ritenuti strategici a tutti i livelli. Secondo la Commissione Europea “ICT generates 25% of total business expenditure in (R&D), and investments in ICT account for 50% of all European productivity growth; [...] EU investments are due to increase by about 25% under Horizon 2020 compared to FP7.” Esso è parte degli obiettivi strategici Horizon 2020 (in Industrial Leadership). A livello nazionale e regionale si segnalano le iniziative “Go on Italy” e “Go on FVG” collegate all’Agenda Digitale, che testimoniano l'attenzione su base strategica alla cultura informatica, nobilitando quindi il ruolo di coloro che scelgono un percorso di formazione universitaria per queste discipline.

Motivazioni

Nel 2009 un gruppo di esperti della Wharton School della University of Pennsylvania (una delle migliori business school al mondo, sistematicamente ai vertici dei ranking internazionali) ha selezionato le innovazioni più importanti degli ultimi 30 anni. Praticamente tutte sono legate alla tecnologia dell'informazione e le prime 4 sono il cuore dell'Ingegneria Informatica: Internet, PC, Mobile phones, E-mail.

Nel 2013 una della maggiori società di consulenza strategica al mondo ha elencato le 12 tecnologie che avranno un impatto economicamente dirompente nei prossimi dieci anni. Le prime 6 tecnologie sono tutte strettamente legate all'informatica: Mobile Internet, Automation of knowledge work, Internet of Things, Cloud technology, Advanced robotics, Autonomous vehicles.

Nel 2013 Neelie Kroes, Vice-Presidente della Commissione Europea e Responsabile per la Agenda Digitale ha affermato che in Europa c'è una carenza di centinaia di migliaia di specialisti ICT.

A livello nazionale e regionale si segnalano le iniziative “Go on Italy” e “Go on FVG” collegate all’Agenda Digitale, che testimoniano l'attenzione su base strategica alla cultura informatica, nobilitando quindi il ruolo di coloro che scelgono un percorso di formazione universitaria per queste discipline.

Obiettivi

L'obiettivo dell'indirizzo è quello di formare figure professionali di alto livello, rispondenti alle esigenze sia della ricerca più avanzata, sia del mercato del lavoro. Il carattere pervasivo dell'informatica richiede figure professionali capaci di applicarla in molteplici settori produttivi. Gli ambiti occupazionali e professionali di riferimento sono quelli della progettazione, organizzazione, gestione e manutenzione di sistemi informatici complessi o innovativi con specifico riguardo ai requisiti di affidabilità, prestazioni e sicurezza), sia in imprese produttrici nelle aree dei sistemi informatici e delle reti, sia nelle imprese, sia nelle pubbliche amministrazioni. Gli ambiti occupazionali includono, più in generale, tutte le organizzazioni che utilizzano sistemi informatici complessi, comprese le industrie operanti in settori quali automazione, robotica, elettronica e telecomunicazioni.

Gli insegnamenti coniugano gli aspetti metodologici con l'impostazione applicativa. Tirocini e tesi potranno essere svolti esternamente, grazie alla fittissima rete di contatti con aziende ed enti privati e pubblici attiva da molti anni, oppure nei laboratori di ricerca interni, quali ad esempio il Machine Learning Lab.