Reti di telecomunicazione

Il curriculum Reti di Telecomunicazione mira a fornire una conoscenza specifica nel settore dei sistemi, delle reti di comunicazione, delle trasmissioni multimediali, e dei campi elettromagnetici agli studenti che hanno già acquisito una solida preparazione nell'ingegneria dell'informazione. I principali sbocchi occupazionali includono: aziende che progettano, costruiscono ed impiegano dispositivi, sistemi ed infrastrutture per l'acquisizione, elaborazione e trasporto di informazione e per l'utilizzo in applicazioni multimediali; servizi di telecomunicazione pubblici e privati; applicazioni di monitoraggio remoto; organizzazioni per il controllo del traffico aereo; ed infine istituti di ricerca. La qualità della preparazione è confermata da una documentata attività di ricerca ad alto livello e dalla disponibilità di borse di Dottorato finanziate dalle imprese.

 

Reti wireless e sistemi multi-antenna. Sviluppo di accurati modelli matematici per la stima delle prestazioni delle reti wireless distribuite di ultima generazione in scenari realistici caratterizzati da asimmetrie della topologia ed eterogeneità delle sorgenti. Analisi teoriche e dettagliate piattaforme di simulazione vengono elaborate per progettare avanzati protocolli di accesso al mezzo trasmissivo basati su sofisticati sistemi ad antenne multiple, allo scopo di abilitare la comunicazione multi-pacchetto negli emergenti scenari peer-to-peer di tipo asincrono, come le onde millimetriche (mmWave) e le reti WiFi ultra-veloci.

Schiere di antenne. Una delle categorie più importanti d'antenne è quella delle cosiddette schiere di antenne, che consistono in un insieme di antenne che costituiscono una singola struttutra radiante. Grazie alla considerevole flessibilità, tali antenne hanno un elevato numero di applicazioni. L'attività di ricerca del gruppo di campi elettromagnetici si concentra soprattutto su moderne tecniche di analisi e di sintesi di dette schiere. L'obiettivo principale di tale attività di ricerca è lo sviluppo di metodi innovativi matematici e numerici per il progetto delle schiere di antenne.

Comunicazioni multimediali. Sviluppo di tecniche finalizzate al miglioramento della qualità dei contenuti multimediali (You Tube, HULU, Netflix, Skype) percepita dall'utente finale. Nuovi algoritmi per la ritrasmissione adattativa in dispositivi wireless di ultima generazione (IEEE 802.11e/n/ac/ad) sono progettati per sfruttare le caratteristiche dei più avanzati standard di codifica audio-video (H.264, MPEG, G.729,...). L'obiettivo è potenziare i meccanismi di accesso esistenti, fornendo una migliore esperienza multimediale agli utenti finali in presenza di elevati carichi di traffico e stringenti requisiti sulla qualità del servizio.

Localizzazione e posizionamento in ambienti ostili. Localizzazione e posizionamento sono normalmente realizzati tramite i sistemi di navigazione satellitare (global navigation satellite system - GNSS), come il sistema GPS, caratterizzati da basse prestazioni in ambienti ostili con limitata visibilità del cielo, o in presenza di condizioni inadeguate di propagazione (ambiente urbano). La ricerca in questo settore mira ad integrare le informazioni fornite dal sistema satellitare, utilizzando opportunisticamente (passivamente) i segnali delle reti wireless avanzate (LTE, WiFi) per migliorare l'accuratezza della localizzazione e fornire assistenza al posizionamento anche in assenza di segnali satellitari.

Microonde. Da diversi anni il gruppo di Campi Elettromagnetici collabora con il sincrotrone Elettra di Trieste, che rappresenta un importante centro per la produzione di luce di sincrotrone per un elevato numero di applicazione nei campi della fisica, chimica, biologia, scienze della vita, scienze ambientali, medicina, e scienze forensi. In particolare, uno dei principali scopi della collaborazione è l'elaborazione di soluzioni per problemi che coinvolgono i sistemi FEL (Free Electron Laser), che rappresentano una recente categoria delle sorgenti di luce. Questa ricerca prevede lo sviluppo di complessi modelli matematici riguardanti l'interazione tra campi elettromagnetici ed elettroni relativistici. Il gruppo inoltre collabora con Danieli Automation (Buttrio, Udine) sull'applicazione delle microonde nel controllo del processo produttivo dell'acciaio.